domenica 26 giugno 2011

Un sapone naturale al 100%

Dopo aver infierito sul bagnoschiuma, cercherò di proporvi un'alternativa valida ed ugualmente edificante per una detersione che sia più in armonia con la nostra salute e l'ambiente che ci circonda. Si tratta della noce di saponaria (noce del sapone, Saponaria delle Antille, Mukurossi, Savoniers), il frutto fortunato di una pianta che cresce in India, in Nepal e nelle basse latitudini), che contiene naturalmente una buona percentuale di saponina, in grado di sciogliersi rendendosi utilizzabile ad una temperatura di 30°. Può essere utilizzata per la pulizia del corpo, dei capelli e per il bucato (nei lavaggi a caldo direttamente il lavatrice, altrimenti preparando il composto in precedenza).
La delicatezza di questo composto e la sua ridotta produzione di schiuma non devono indurvi a credere che esso non possieda proprietà pulenti. Il mio invito, come sempre, è quello di provare per credere.

Ingredienti:
@ Un sacchetto di noci di saponaria utilizzabili più e più volte (reperibili in erboristeria o nei negozi di prodotti biologici e naturali
@ Un contenitore vuoto da riutilizzare (di vetro o di plastica)
@ Un litro d'acqua
@ Qualche goccia di olio essenziale a scelta

Preparazione:
Preparare un decotto lasciando bollire 6 (o più, se volete una maggiore concentrazione di prodotto) gusci di noce di saponaria in un litro d'acqua per 15 minuti (vi consiglio di metterle in un sacchetto di cotone, così sarà più semplice recuperalre). Lasciate raffreddare il composto. Versate il tutto nel flacone ed aggiungete a piacere alcune gocce di olio essenziale a vostra scelta. Il vostro sapone è pronto. Ora non resta che provarlo.
Vi ricordo di conservare le vostre noci (potete utilizzarle ancora) e quando avranno concluso davvero il loro lavoro, potrete gettarle nei rifiuti organici: sono infatti biodegradabili al 100%.

Nessun commento:

Posta un commento