giovedì 16 giugno 2011

A ruba sul mercato orientale, il fungo miracoloso

Si chiama Cordyceps sinensis e i tibetani lo vendono sul mercato asiatico a circa 25 mila euro al chilo. Questo esserino dall'aspetto insignificante ha origine dalla metamorfosi di una larva della falena bianca infestata da un fungo in grado di trasformarla dall'interno. Sin dai primi giorni di aprile, per circa sei settimane, è a disposizione dei suoi attenti raccoglitori, che scorgono la sottile protuberanza semi-legnosa che fa capolino dal terreno. Un innocuo animaletto tristemente deceduto, che alimenta in modo consistente un'economia povera come quella delle popolazioni che vivono sull'altopiano tibetano, fra i 3 mila e i 6 mila metri di altitudine. La raccolta della radica miracolosa è talmente sentita che, per il periodo della cerca, vengono chiuse anche le scuole per consentire ai bambini di seguire le famiglie durante la fruttuosa peregrinazione.
Sono molte le botteghe erboristiche che a Hong Kong e nelle metropoli asiatiche smerciano la preziosa panacea, decantandone le numerose virtù (fra cui spiccano quelle afrodisiache, ricostituenti ed immunizzanti). Al successo di questo balsamo miracoloso contribuiscono i racconti del popolo tibetano, che narrano l'antica leggenda della scoperta casuale, da parte di un pastore, del "verme che in estate diventa erba".
Sembra già una moda, tanto che l'occidente, sempre pronto a delegare al mondo orientale una maggiore attendibilità rispetto alla cultura tradizionale, ha già accolto con entusiasmo il nuovo e costoso arrivato. Un affare da milioni di euro, che è già stato catturato dall'orbita cinese.
Staremo a vedere se, come sostiene la dottoressa Cornelia De Moor, dell'università di Nottingham, il Cordyceps (per la presenza di una sostanza detta cordicepina) apra la strada alla formulazione di un efficace rimesdio contro il cancro. In attesa che la ricerca produca le dovute conferme, resto scettica circa le proprietà terapeutiche di una falsa radice che nasconde un bruco che nasconde un fungo; ma sono pronta a cambiare idea in presenza di prove tangibili.


Bibliografia
Cornelia De Moor,CORDYCEPIN INHIBITS PROTEIN SYNTHESIS AND CELL ADHESION THROUGH EFFECTS ON SIGNAL TRANSDUCTION, in Journal of Biological Chemistry, November 23, 2009 (reperibile in versione integrale e gratuita all'indirizzo http://www.jbc.org/content/early/2009/11/23/jbc.M109.071159.full.pdf+html).

Nessun commento:

Posta un commento