mercoledì 22 giugno 2011

In prossimità del punto zero - NéaPolis N.6 anno II

Ogni generazione è convinta di partecipare alla svolta del genere umano, ma la nostra sembra esserne davvero la protagonista. Stiamo attraversando un momento di enormi cambiamenti che, riguardando il campo vibrazionale della realtà in cui siamo immersi, si riflettono inevitabilmente in ogni ambito della nostra esistenza. Così, mentre indugiamo davanti ad un paio di scarpe che ci piacciono, ma non siamo sicuri di potercele davvero permettere, alle nostre spalle avviene la rivoluzione. Proviamo solo a guardarci intorno e scopriremo che tutto sembra sottosopra: la medicina attenta alla salute dei pazienti, le leggi distruggono la giustizia e la scuola è l’antitesi dell’istruzione. Ma tutto ciò non avviene per caso, ma per un piano ben congegnato destinato a realizzarsi presto, se non ne prendiamo coscienza.
Il mondo continua a girare irretito dai suoi affanni, mentre una società di stampo Orwelliano affonda le proprie radici nella distrazione generale, auto-realizzandosi attraverso il controllo mentale, il dominio della salute, l’inganno, la paura, la guerra (con le sue bombe intelligenti). Il nostro cibo è compromesso, prodotto chimicamente, privato dei suoi nutrienti, addizionato di sostanze nocive, velenoso. L’aria è inquinata dai fumi tossici delle nostre fabbriche, dai gas dei prodotti che ci fanno sentire migliori, in una combustione compulsiva e senza sosta. Fiumi di liquami mefitici scorrono dentro le città e inondano i raccolti, uccidendo piante ed animali. La speranza generale si aggrappa ad una catartica profezia che vede nel 2012 l’anno del giudizio universale.
Ma allora come è possibile invertire la rotta, interrompere il flusso di eventi talmente nefasti che altrimenti ci porteranno alla nostra completa rovina?, possiamo realmente diventare artefici del nostro destino, assumerci le responsabilità della nostra vita, scegliere cosa riteniamo sia giusto e cosa no, lavorare su noi stessi per cambiare il mondo intorno a noi. Possiamo lasciarci guidare da saggezza e responsabilità, rifiutando di nutrire il corpo e l’anima con il veleno. Noi siamo in grado di spezzare le catene che ci affliggono e di portare questo mondo verso il tanto agognato paradiso, che vive in terra e non nel cielo.

http://www.neapolisroma.it

5 commenti:

  1. buona vita, grazie del tuo contributo.
    Peter

    RispondiElimina
  2. Molto bello questo post, conciso ma a mio parere preciso e esaustivo dell'odierna situazione.
    In definitiva quindi non c'è da fare molto, basta cambiare noi stessi per cambiare il mondo. Dobbiamo solo diventare consapevoli di questo.
    Un salutone Bea!

    RispondiElimina
  3. «la medicina attenta alla salute dei pazienti»: hahahahhà!

    RispondiElimina
  4. L'inquinamento va ben sotto e oltre le città, con scie chimiche e pozzi per l'estrazione (e lo spreco) di gas sotterranei.
    Ad esempio http://tinyurl.com/69mkp8x :
    Un passo divertente:«premuto dai deputati, Miller [che suona come Fresatore] ha ammesso che perdite simili a quelle che hanno reso infiammabile l'acqua del rubinetto non si possono escludere. "Non hai mai il controllo," ha dichiarato Miller. "Le fratture seguono sempre il percorso di minor resistenza".»
    --------------
    Sul cominciare ad agire personalMENTE: mi viene in MENTE http://www.georgegurdjieff.com/2011/06/egregio-fabrizio-ponzetta-le-porgo-i.html , che consiglio a parte la boiata newage per cui ci sarebbe già tutto, confondendo potenza e atto. Nell'esatto qui-e-ora ESSENDO ADIMENSIONALE NON C'è UN BEL FICO SECCO DI NIENTE, o meglio c'è un infinitesimo, da integrare con tutto.

    Ognuno, non soltanto ogni generazione o gruppo, è convinto di essere al centro, e ha ragione... NO!HO ragione.

    RispondiElimina
  5. NOTIZIA IMPORTANTE : Il Cancro alla luce della "Scienza Orgonomica "di Wilhelm Reich 1897-1957.

    Il dr.Vecchietti A. (biologo molecolare) sta portando avanti la ricerca orgonomica sul cancro iniziata da W.Reich.
    Molte persone stanno aderendo spontaneamente e autonomamente a questa nuova impostazione energetica della salute ottenendo risultati eccellenti.
    Alcune hanno persino raccontato la propria positiva esperienza.
    Chi volesse saperne di più su questa nuova impostazione di ricerca può visitare il sito www.cellulacancerosa.it

    Il Dott. Armando Vecchietti è disponibile di far conoscere ad Enti, Ospedali, Associazioni, la scoperta scientifica di come si forma la cellula cancerosa, la diagnosi precoce,( Test ematico di Reich ) e di intervenire sul cancro con una metodologia diversa alla luce della scienza Orgonomica di Wilhelm Reich. Richiedere il DVD del processo canceroso di come si forma la cellula cancerosa.

    con CUORE
    bruno franchi

    RispondiElimina