domenica 14 novembre 2010

Aung san suu kyi e il coraggio della libertà

Una donna che sa credere ancora nella democrazia dopo quindici anni di carcere e arresti domiciliari, per essersi opposta al regime militare che governa con la violenza il suo paese.
Una figura minuta, dai tratti delicati, semplice ed affabile che spaventa il potere più di un'arma nucleare di ultima generazione.
E' la forza della libertà che infonde coraggio, annientando la paura, che spinge a lottare pacificamente per un'idea, senza temere per la propria persona, una volontà intoccabile ed instancabile, mai cedevole.
Oggi è libera, ha sconfitto le catene, dimostrando che l'illusione di chi lotta per un mondo nuovo e democratico è traducibile in realtà. Ed è il desiderio di realizzare questa realtà che deve guidare la nostra società, ognuno di noi, ogni giorno, in ogni azione.
E' un eroe anche colui che sa affrontare con serena fiducia la sua vita quotidiana, credendo nel prezioso contributo che può offrire, in quel momento, all'intera umanità.



Nessun commento:

Posta un commento